evento
Venerdì 24 Maggio 2019

L’appuntamento con la Divina Commedia chiude la stagione degli incontri  del Circolo per il periodo gennaio-giugno che prosegue ma “in trasferta”  con 2 mostre in villa Camperio.
Claudia Sala, con la consueta maestria, introduce la serata descrivendo il purgatorio dantesco e lo fa dipingendo un affresco che, al di là delle citazioni e degli elementi didattici, aiuta ad entrare nell’atmosfera di questo luogo che non è più totalmente al buio come nell’inferno ma alterna luci e ombre per questi peccatori che appunto anelano alla luce finale.
Il VI Canto del Purgatorio comincia con una verità inalterata nel tempo: “il perdente resta solo e tutti si accalcano intorno al vincitore”. Prosegue poi con Virgilio che spiega l’efficacia della preghiera e, dopo l’incontro con Sordello, si conclude con l’invettiva contro l’Italia  e successivamente contro Firenze.
Ecco perché Dante è ancora così attuale, ci dice Claudia, perché le passioni che muovono gli uomini, dopo tanti secoli sono sempre le stesse, l’attualità di Dante trova riscontro in epoche diverse, tanto da diventare addirittura contemporanea se analizziamo gli eventi che viviamo oggi e li confrontiamo con le sue parole.
Serate come questa, oltre a diffondere l’amore per la poetica dantesca, stimolano l’amore per la cultura e fanno crescere l’anima, grazie Claudia.
GDip