• 47 posti a sedere
(Foto Longhi)
  • Tram 1503. Tram storico tipo 1928, prima vettura della serie di 500 pezzi dopo i prototipi 1501 e 1502.
(Foto Longhi)
  • Piero il conducente.
(Foto Longhi)
  • La consolle di comando 1
(foto Longhi)
  • Consolle di comando 2
(foto Longhi9
  • Il Presidente "bigliettaio" Claudia Sala.
(foto DiPaola)
  • Elena, la guida di "Milano con voi"
(foto Longhi)
  • In partenza tutti seduti e tranquilli.
(foto Longhi)
  • L'Arco della Pace e nella porta di destra si vede  la torre del Filarete.
  • Gli interni 1
  • Gli interni 2
  • Gli interni 3
  • Gli interni 4
  • In piazza Duomo una mare di persone.
  • Il conducente scende per spostare lo scambio con la "gugia"
  • Il gruppo comincia a sciogliersi.
(foto Dip)
evento
Domenica 22 Aprile 2018

Vi consigliamo di aprire il link e guardare le foto, ne vale la pena!
Nell’ultima giornata del “fuori salone” c’era a Milano una folla incredibile tanto che per  circolare a piedi  bisognava adattarsi al flusso della folla
Giornata fortunata per gli amici dell’arte che, in un gruppo di una cinquantina di persone hanno potuto ammirare le bellezze di Milano comodamente seduti su un tram storico, il 1503, un tram modello 1928. Un tram arredato come allora, lampadari liberty e con scritte e cartelli tipici dell’epoca. Ogni tanto il conduttore doveva scendere per spostare a mano gli scambi con un’apposita asta, la cosiddetta  “gugia”...
  Una bellissima giornata, oltre 2 ore di percorso nelle zone storiche di Milano entrando e uscendo dalla cerchia dei Bastioni e da quella dei Navigli. Dalle porte storiche: Arco della Pace, Porta Venezia, Porta Genova fino a Porta Nuova con le nuove architetture, dai Navigli fino al “quadrilatero della moda” e alle vie centrali  ...
E, al di là delle meraviglie che scorrevano dai finestrini, una allegra compagnia in una carrozza di amici dove condividere tanta bellezza ti fà sentire parte orgogliosa di questa grande città così viva, così intensa così prodiga di tanta bellezza.


G.Dip

Fotografie di Ettore Longhi e Gianni Di Paola