evento
Venerdì 6 Aprile 2018

Una serata davvero magica quella dedicata ad arte, musica e strumenti in compagnia di Michele Sangineto, liutaio per passione, amante dell'arte e della musica, da anni egli crea strumenti straordinari ispirati ai disegni di Leonardo, ai dipinti dei leonardeschi e di altri autori rinascimentali.
Ghironde, salteri, altri strumenti "senza nome" dipinti dai grandi artisti del passato hanno ritrovato vita e voce grazie all'arte di Sangineto che con lungo studio, pazienza e amore li costruisce nel suo laboratorio di artista e artigiano.
Un pubblico attento e affascinato da un mondo di suoni, immagini e bellezza ha seguito il racconto di Sangineto che ha spiegato come la musica possa riassumere in sé tutte le arti e come i suoi strumenti siano essi stessi un concentrato di tecnica, disegno, matematica, arte e architettura, dotati di un'autentica anima che si esprime attraverso sonorità e armonie dal sapore ancestrale che incantano i sensi.
L'esecuzione di due brani al salterio, di grande suggestione sonora, ha chiuso una serata davvero eccezionale che ha unito in uno stretto connubio tutte le arti.

C.S.

Fotografie di Agostino Galimberti