Ormai non è più un mistero...! Domenica mattina 7 ottobre, un nutritogruppo(non tantissimi, dov'eravate, pigroni?)di fotografi si è presentato per partecipare alla tradizionale "gara" fotografica a tema misterioso.Finalmente ci è stato svelato il tema: "fotografare tutto ciò che si muove in un ambiente chiuso".

Durante la marcia di trasferimento, ci chiedevamo dove saremmo finiti e sono emerse le ipotesi più strane: un magazzino, una fabbrica, qualcuno ha ipotizzato addirittura una voliera...Invece molto più semplicemente si trattava della palestra dove si allenano gli atleti della "Robur et virtus" di Villasanta.

Un gruppo di giovani ginnaste hanno svolto i loro esercizi mentre la palestra si riempiva di fotografi che, tolte le scarpe, hanno scattato a più non posso. Le ragazze volteggiavano, saltavano, roteavano sui loro attrezzi nelle pose più spettacolari e le loro capriole per aria (ma come fanno!) erano in evidente contrasto con ben altre capriole...

I fotografi infatti, per cercare le migliori inquadrature, erano coricati o inginocchiati sui tappeti del corpo libero e del volteggio, piegati, acciambellati di fianco alla trave o rannicchiati sotto le parallele... Cosa non si fa per cercare lo scatto giusto! E quale sarà lo scatto giusto lo scopriremo venerdì sera 19 ottobre dove i partecipanti dovranno superare un secondo round, sempre misterioso,presso la sede del Circolo Amici dell'Arte. Nell'occasione potrete vedere tutte le foto (ogni fotografo ne ha scelta una) e in conclusione si conosceranno i vincitori della simpatica competizione.